giovedì 24 ottobre 2013

Il Mediterraneo a Palazzo Barolo




Nella prestigiosa cornice di Palazzo Barolo a Torino, dove si respirano arte, storia e fascino antico, tra le mura che ospitarono Silvio Pellico e dove suonò lo stesso Mozart, lunedì 21 ottobre scorso si è svolto il concerto del Trio Sud Onirico.



Difficile immaginare una location migliore per i “musici girovaghi” del Trio, Corrado Cordova, Angelo Palma e Massimo Rosada che, accompagnando lo spettatore in un itinerario musicale attraverso tutto il mediterraneo, dal ‘600 ai giorni nostri, hanno raccontato di canti rurali, ballate popolari, Posteggia napoletana ma anche di musica colta, di classici spagnoli e di tarantelle del ‘600 portate a corte.


Ha aperto il Concerto il M° Maurizio Fornero, Direttore Artistico dell’Accademia Musicale Torinese, con un’esecuzione magistrale al pianoforte di un brano dell'epoca barocca di G.B. Pergolesi, barocco idealmente riproposto dal Trio con il celebre “Antidotum Tarantulae” le cui prime trascrizioni risalgono al ‘600 per mano dei Padri Gesuiti di Terra d’Otranto.

Corrado Cordova

Dal Flamenco andaluso con un Taranto, canto di minatori, alla Surfarara, analogo canto di miniera sviluppatosi parallelamente nella nostra Sicilia; da un classico spagnolo per chitarra quale Asturias alla Pizzica pugliese; dalla Grecìa, regione della Puglia, alla Grecia del Sirtaki, il concerto si è sviluppato all’insegna della contaminazione tra generi accomunati da una matrice comune, l’antichissima cultura del mediterraneo.

Le tradizionali Tammurriate contadine dalle origini precristiane si nobilitarono entrando a corte e diventando Tarantelle, riprese da celebri autori: dalla Tarantella tradizionale trascritta dal M° De Simone nella versione arrangiata da Cordova e già pubblicata nel lavoro discografico “Neve e Mare”, alla più recente composta esclusivamente per chitarra dal M° Corrado Sfogli (NCCP), fino alla storica Tarantella di Masaniello, scritta e composta dal M° Caliendo.

Il tutto è stato ingentilito e colorato dalla bellezza espressiva della danza intensa di Silvana Trallo.

Un ringraziamento particolare va al M° Maurizio Fornero e all’Accademia Musicale Torinese.

Il video del Concerto, a cura di Renato Barbano e Silvio Rossi, che sentitamente ringraziamo, sarà a breve pubblicato su questo blog.

Nessun commento:

Posta un commento